Come trovare topic e parole chiave

1.4.1 Come trovare topic e parole chiave

Nel capitolo precedente abbiamo fissato i 3 concetti principali che sono alla base del successo di un business online:

  1. Il proprio target va ricercato a partire dalle keyword
  2. Le keyword costituiscono la nicchia di mercato
  3. La nicchia di mercato va testata sul comportamento degli utenti e le performance dei competitor

Per spiegare quali sono le fasi operative da compiere a questo punto, prenderemo in esame una case history relativa a un lavoro eseguito da WebHosting.it.

Case history Vailo.it: trovare e filtrare topic e keyword

WebHosting.it ha realizzato per conto di un committente il sito internet http://vailo.it dedicato all’alimentazione, alle diete e alle ricette di cucina. Argomenti notoriamente competitivi, dal momento che esistono numerosi competitor online sul mercato italiano.

Quando la cliente si è rivolta a WebHosting.it chiedendo di progettare un sito web – nella struttura e nei contenuti – incentrato su questi 3 argomenti, la preoccupazione ha iniziato a serpeggiare in agenzia.

Ma ad oggi, dopo 2 anni dal completamento del lavoro, il sito http://vailo.it (da ora in avanti Vailo.it) mantiene delle performance altissime, in termini di visibilità sui motori di ricerca, traffico e conversioni. Tutto merito di un’accurata pianificazione della strategia di posizionamento sul mercato.

Ecco qualche dato.

L’immagine sottostante rappresenta il report sull’attuale visibilità del dominio, ovvero l’esito di un’analisi panoramica effettuata con il tool SemRush.com.

Panoramica dominio Vailo.it | fonte: SemRush.com

La colonna ricerca organica evidenzia che il sito registra in media un traffico mensile che supera i 15mila visitatori. Sono 8mila le keyword per cui il sito web è visibile tra i primi 20 risultati di ricerca di Google (SERP), e il sito vanta 157 backlink.

In questa case history vediamo quanto sia importante filtrare le keyword ai fini del posizionamento SEO di un sito.

Al momento della ricerca delle parole chiave, è necessario seguire 3 livelli di profondità del topic.

Categoria > Nicchia > Sotto-nicchia

Nel caso di Vailo.it, la ricerca di topic e keyword è iniziata a partire dalla categoria suggerita dalla cliente, fino a scoprire numerosi argomenti d’interesse e ricerche altamente settoriali.

Non a caso, per Vailo.it, dieta detox è una delle keyword di ricerca organiche principali ovvero le parole chiave principali che portano traffico al sito.

Lo schema attuato è stato quello 3 livelli di approfondimento.

Salute e benessere > Perdere peso > Dieta detox

[ categoria ] [ nicchia ] [sotto-nicchia]

Il sito Vailo.it è attualmente posizionato in 7° posizione della SERP di Google per la parola chiave dieta detox, in prima pagina, come mostra l’immagine.

SERP Google per ricerca “dieta detox” con Vailo.it in 7° posizione | fonte: Google.it

Una volta individuate tutte le sotto-nicchie, il lavoro non è affatto terminato. Semmai, è appena iniziato. Perché, per ottenere un eccellente posizionamento sui motori di ricerca, occorre dare risposte ai quesiti degli utenti.

Bisogna aiutare i clienti, come dicevamo nel capitolo precedente.

Strumento 1: Keywordtool.io

La fase successiva, dunque, è stata individuare le chiavi di ricerca digitate dagli utenti.

Uno strumento – disponibile in versione gratuita o a pagamento – che risulta estremamente utile per svolgere questa ricerca è www.keywordtool.io.

Tornando all’esempio di dieta detox, grazie a Keywordtool.io abbiamo trovato ben 478 parole chiave uniche e 15 domande.

Keyword e domande inerenti la dieta detox | fonte: Keywordtool.io

Arrivati a questo punto, abbiamo salvato le keyword trovate per proseguire con ulteriori analisi. Su Keywordtool.io puoi copiare con un solo click tutte le keyword e incollarle su un documento, oppure esportare direttamente le parole chiave, magari in formato csv.

A questo punto, abbiamo raffinato i risultati trovati.

Quali fra queste keyword sono più digitate? Ossia, quali sono le nicchie di mercato più proficue?

Strumento 2: Keyword Planner di Google Adwords

Per scoprirlo, abbiamo utilizzato il keyword planner, ovvero lo strumento per la pianificazione delle parole chiave di Google Adwords, tool gratuito disponibile su registrazione. Google Adwords è una piattaforma dedicata al keyword advertising sul motore di ricerca Google, che fornisce diversi strumenti mirati alla selezione delle parole chiave, fornendo analisi e dati sul volume di ricerca.

Nel backend di AdWords, seleziona “Strumenti per la pianificazione delle parole chiave”
Usa lo strumento “Visualizza i dati e le tendenze del volume di ricerca”

Abbiamo interrogato Google Adwords chiedendo di fornire il volume di ricerche mensile medio negli ultimi 12 mesi delle parole chiave che avevamo precedentemente trovato con Keywordtool.io.

Abbiamo poi ordinato i risultati in ordine decrescente in base al volume di ricerca, cliccando sulla colonna media delle ricerche mensili. Abbiamo così ottenuto un report con l’elenco delle keyword più gettonate, come mostra l’immagine sottostante.

Rapporto sul volume di ricerca mensile medio per keyword | fonte: Google Adwords

Con questo passaggio, abbiamo fatto chiarezza su quali sono gli argomenti specifici più ricercati online sul tema delle diete detox. Soprattutto, abbiamo notato che alcune parole chiave non vengono cercate dagli utenti, come ad esempio dieta detox body building e molte altre, che abbiamo così scartato e deciso di non utilizzare nel nostro piano dei contenuti.

A questo punto, avevamo le idee piuttosto chiare su quali sarebbero stati gli argomenti da trattare nel sito Vailo.it. Ma c’erano ancora alcuni fattori importanti da determinare, prima di pianificare i contenuti del sito.

Strumento 3: Answerthepublic.com

Il sito web gratuito www.answerthepublic.com è una piattaforma che fornisce le chiavi di ricerca più digitate dagli utenti sui motori Google e Bing. Restituisce risultati molto interessanti: per prima cosa, fornisce un elenco di domande ricercate, inoltre, ordina i dati per preposizioni – non in senso strettamente grammaticale – e in ordine alfabetico, fornendo tutte le possibili combinazioni digitate dagli utenti.

Abbiamo interrogato Answerthepublic.com sul tema “dieta detox”, intenzionati a conoscere quali sono le domande più digitate dagli utenti e le co-occorrenze più significative.

E abbiamo ottenuto questo risultato, illustrato nell’immagine: ben 17 domande inerenti la dieta detox.

Domande degli utenti su dieta detox | fonte: Answerthepublic.com
Co-occorrenze di dieta detox catalogate per “preposizione” | fonte: Answerthepublic.com

 

A questo punto, abbiamo raccolto le opzioni fornite per domande e co-occorrenze ottenute. Una volta controllate e selezionate, abbiamo confrontato questi dati con i dati precedentemente raccolti, ovvero le keyword filtrate con lo strumento di Google Adwords.

Il raffronto è servito a individuare le “sovrapposizioni” tra una fonte e l’altra, ovvero, quelle espressioni – chiavi di ricerca – che appaiono in entrambi i report, sia con forma invariata che variabile (es.: singolare, plurale, spelling diverso).

Questa meticolosa analisi delle risorse a disposizione serve a scrivere titoli perfetti per i propri contenuti, che siano a prova di utente e di motore di ricerca.

Per titolo non si intende solo l’H1, ovvero l’intestazione dell’articolo, ma anche tutti i sottotitoli interni che un contenuto SEO-oriented dovrebbe sempre contenere. In sostanza, la fase conclusiva di questa operazione di ricerca è stata definire la struttura delle molteplici pagine dedicate alla dieta detox, secondo la struttura seguente:

H1 – titolo principale

Paragrafo 1 – introduzione con informazioni sommarie sul contenuto della pagina

H2 – titolo su tema specifico

Parafrafo 2 – sviluppo del tema specifico

H2 – titolo su tema specifico

Parafrafo 2 – sviluppo del tema specifico

H2 – titolo su tema specifico

Parafrafo 2 – sviluppo del tema specifico

E così via, a seconda della lunghezza dei contenuti.

Più avanti scopriremo nel dettaglio quali sono le tecniche per strutturare e scrivere degli ottimi contenuti SEO oriented, sfruttando la ricerca di keyword affrontata in questo capitolo.

Write your comment Here